4.503 – Messaggio di Nostra Signora Regina della Pace, trasmesso il 22/07/2017

Cari figli, la Via del Signore è perfetta. Quelli che il Signore ha scelto per condurre il Suo Popolo saranno sempre fedeli. Gli Eletti del Signore non seminano confusione. Ricordate Menachem, che divenne infedele a Dio e occupò il trono che non gli apparteneva. Non fu scelto dal Signore e governò perseguitando il Popolo di Dio. Avete ancora lunghi anni di dure prove. Piegate le vostre ginocchia in preghiera. Quelli che amano la verità berranno il calice amaro della sofferenza; Saranno perseguitati e cacciati fuori. Siate fedeli. La vostra fedeltà al Signore vi farà crescere spiritualmente. Non tiratevi indietro. Voi siete del Signore e solamente Lui dovete seguire e servire. Conosco ciascuno di voi per nome e desidero vedervi felici già qui nella terra e più tardi con Me in Cielo. Coraggio. Il Mio Gesù ha tutto sotto controllo ed è molto vicino a voi. Aprite i vostri cuori e potrete sentire il Suo Amore e la Sua Presenza. Avanti. Qualunque cosa accada, rimanete con il Vero Magistero della Chiesa del Mio Gesù. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.

COMMENTO TEOLOGICO

  1. Richiamo storico di Menachem: 2Re,15,14-22…


     14 E Menahem, figliuolo di Gadi, salì da Tirtsa e venne a Samaria; colpì in Samaria Shallum, figliuolo di Jabesh, l’uccise, e regnò in luogo suo… 17 L’anno trentanovesimo del regno di Azaria, re di Giuda, Menahem, figliuolo di Gadi, cominciò a regnare sopra Israele; e regnò dieci anni a Samaria. 18 Egli fece ciò ch’è male agli occhi dell’Eterno; non si ritrasse dai peccati coi quali Geroboamo, figliuolo di Nebat, aveva fatto peccare Israele

  2. Secondo il genere letterario apocalittico, il riferimento che la Madonna fa al Re Usurpatore, nel messaggio in esame, è prefigurazione, in particolare, per i tempi della fine e delle fini. Nel nostro caso, la compresenza di Due Papi pone il serio quesito su chi dei Due è il Vero Papa, legittimo, e l’altro no. Non compete a noi entrare nel merito della risoluzione della complessa e intricata problematica. Un futuro Antipapa/Usurpatore, potrebbe essere quello eletto in un Conclave illegittimo. A seguito delle dimissioni di Papa Benedetto XVI, avvenute in data 11 febbraio 2013, festa della Madonna di Lourdes, è stato eletto il nuovo Papa Francesco (Jorge Mario Bergoglio), il 13 marzo 2013. Pertanto sono presenti in Vaticano il Vescovo emerito (Papa emerito Benedetto XVI) e il nuovo Vescovo della Diocesi di Roma, Papa Francesco. Non possono esserci due Papi, questo è un assurdo storico e teologico! Uno solo è il Vicario di Cristo! La vocazione di Pietro è inequivocabilmente personale e al singolare: Tu sei Pietro … (Mt 16,18-19). Ogni altra soluzione, comunque umanamente proposta, non può mai contraddire la Parola di Dio! Il Romano Pontefice in forza del suo ufficio, ha potestà ordinaria suprema, piena, immediata e universale sulla Chiesa (CDC, Parte II, Il Romano Pontefice art. 1) – che può sempre esercitare liberamente (LG 22). Ne consegue l’asserto secondo cui per il Sommo Pontefice nell’esercizio del suo specifico potere petrinologico, non potrà mai esserci delega, divisione, confusione, separazione, cambiamento. Il problema è eminentemente teologico, anzi cristologico e anticristologico: tertium non datur!

  3. La spiegazione, pertanto, è teologica, cristologica/anticristologica e riguarda la 2Ts 2,6-7, ovvero l’eliminazione progressiva e/o anche a più fasi preliminari, degli ostacoli (ò katèkon - tò katèkon) impedienti la manifestazione dell’Anticristo, fino a concludersi nell’eliminazione fisica dell’Ultimo Papa (Pietro II o Romano) e l’irrompere della Grande Tribolazione, profetizzata in Mt 24,21; Ap 13,5, preludio alla seconda e definitiva venuta di Cristo nella sua Gloria.

    Sull’Ispirazione/Assistenza dello Spirito Santo, c’è molta divergenza sul vero significato. Qui riportiamo l’autorevole interpretazione di Papa Benedetto XVI. Pertanto, quanto alla decisione attribuita allo Spirito Santo inerente alla scelta/elezione del futuro suo Vicario, così si esprime J. Ratzinger: lo Spirito Santo, che viene invocato in Conclave, dà la sua ispirazione, ma poi i prelati sono liberi di ascoltarlo o invece di far prevalere altri loro interessi. Per questo san Vincenzo di Lérins (Francia settentrionale o BelgioV secolo – Isole di Lerino del 450 circa) diceva: "Dio alcuni Papi li dona [immeritatamente!], altri li tollera, altri ancora li infligge [ben meritatamente!]. Dunque, Joseph Ratzinger dichiarava che lo Spirito Santo agisce in Conclave come "buon educatore/suggeritore" che "lascia molto spazio, molta libertà, senza pienamente abbandonarci" [Cfr. Il blog di Luigi Accattoli, Se il papa lo scelga Dio: che ne pensa Ratzinger, 31 luglio 2006; Padre R. Cantalamessa, Lo Spirito Santo parla attraverso la coscienza, Vaticano, terza predica di quaresima, 27 marzo 2009, osserva: "Come bravi attori", ha esortato il predicatore, dobbiamo "tenere l’orecchio proteso alla voce del suggeritore nascosto [lo Spirito Santo], per recitare fedelmente la nostra parte nella scena della vita. È più facile di quanto si pensi, perché il nostro suggeritore ci parla dentro, ci insegna ogni cosa, ci istruisce su tutto. Basta a volte una semplice occhiata interiore, un movimento del cuore, una preghiera"].

  4. Infine, sempre secondo il genere letterario apocalittico, rileviamo : Secondo la 1Gv 2,18-25, gli oppositori dell’apostolo Giovanni, sono "falsi maestri", "maestri dell’errore", "anticristi" che "pur essendo membri della comunità, non appartengono ad essa, poiché non hanno la vera fede, né lo Spirito Santo" . Nella Comunità di Giovanni la maggioranza dei fedeli era per la Tradizione (Magistero nascente, quello Vero della Chiesa) mentre gli oppositori erano in minoranza scismatica e pertanto è espulsa dalla maggioranza, ma senza persecuzioni. In prospettiva escatologica avviene il contrario, come nei nostri tempi: la maggioranza è anticristica mentre la minoranza è quella del "piccolo resto dei salvati" che è espulsa e perseguitata dalla maggioranza apostata ed anticristica, appartenente alla Falsa Chiesa dell’Anticristo, sorretta dal Falso Magistero dell’Anti-Chiesa demolitore/seppellitore degli Insegnamenti Dottrinali del Vero Magistero.