[Home] [Commenti] [Sommario] [Dove siamo]

 

                                    

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

SAN MALACHIA

 

 

 

 

 

 

 

(Stralcio da: Lorenzo Ventrudo, L’Anticristo che deve ritornare

Trattato sull’Anticristo, Fede & Cultura 2010, pp. 399-401).

Per l’approfondimento tematico, riportiamo qui di seguito lo stralcio, aggiornato, delle interpretazioni delle profezie di S. Malachia sugli ultimi Papi, di cui l’ultimo della serie dovrebbe essere ucciso:

San Malachia – abate irlandese profetizzò nel 1139. Compose 111 motti latini (resi pubblici solo nel 1595) attribuiti ad altrettanti Papi, iniziando da Celestino II eletto nel 1143. Se restano confermate le profezie dei Papi di San Malachia, del XII secolo, nel 2010 saremmo giunti nella lista dei 112 Papi che si sarebbero avvicendati dal XVI secolo in poi fino alla fine, al 110°.

M. Centini, trattando del tema, afferma che dopo Giovanni Paolo II, identificato con il motto De labore solis, "Malachia annuncia un papa accompagnato dal motto De gloria olivae: un’indicazione che alcuni interpreti considerano segno della provenienza geografica del pontefice: Israele. Un Papa artefice del tentativo di riappacificare gli esponenti delle diverse religioni, in particolare gli ebrei e i cristiani. Sarà poi la volta dell’ultimo: Petrus romanus, sul quale Malachia spende qualche parola di più. "Nell’ultima persecuzione della santa romana chiesa, siederà Pietro Romano, che pascerà il suo gregge fra molte tribolazioni, dopo le quali la città dei sette colli sarà distrutta e il giudice terribile giudicherà il suo popolo". Pietro Romano, o Pietro II, sarà quindi il Papa testimone della fine del mondo? Con questo Papa sul soglio pontificio salirà anche l’inquietudine delle genti, spaventate dai presagi delle tribolazioni annuncianti la venuta di un misterioso personaggio detto "Judex tremendus". Per noi si tratta certamente dell’Anticristo finale! L’interpretazione della profezia sul "penultimo Papa", post eventum, esclude la provenienza geografica del neo-eletto Pontefice, essendo tedesco.

La profezia, così definita da Benedetto XVI, di Malachia è pubblicata nel 1595 da Arnold de Wyon, storico benedettino, come parte del suo libro Lignum Vitae. Wyon attribuisce a San Malachia O’ Morgair, vescovo di Armagh nel XII secolo. Malachia, chiamato a Roma da Papa Innocenzo II, qui, in seguito a delle visioni di futuri papi, scrisse un manoscritto che fu depositato negli Archivi Vaticani che fu rinvenuto nel 1590. I sostenitori della profezia, contrariamente a coloro che la ritengono sia un falso del XVI secolo, sostengono che sebbene l’autore della profezia sia incerto, le predizioni restano valide. Inoltre è osservato che "il riferimento ai Papi precedenti il 1590 è abbastanza preciso, mentre per i Papi successivi il riferimento è molto vago". Per ciò che attiene ai papi della nostra epoca "le interpretazioni date ai rispettivi motti sono a dir poco forzate […] nell’elenco dei Papi sono considerati anche dieci anti-papa […] che non possono essere certo inclusi nella successione di Pietro […]" [Cfr. Sito: La nuova bussola quotidiana, del 12.02.2013].

In riferimento alle forzature e/o armonizzazioni, così come per la pseudonimia, rileviamo che per analogia, tali artifizi letterari sono presenti anche nella Bibbia onde far quadrare un intento teologico: Ap 7,4 in cui si rileva l’assenza della tribù di Dan; Ap 17,11 in cui nella lista degli imperatori romani sono omessi dei regni effimeri e contestati; anche in Mt 1,17 la numerazione della catena genealogica è artificiosa. Con S. Tommaso, sentenziamo: contra factum, non valet argumentum [Cfr. Sito: www.wikipedia]. Ricordiamo, ancora, che lo stesso S. Tommaso, afferma autorevolmente che "qualsiasi verità, da chiunque sia detta, viene dallo Spirito Santo" (S. Th., I-II,109,1 ad 1).

Sulla liceità della diffusione delle rivelazioni private, rimandiamo alla Dichiarazione di responsabilità sottoscritta dallo scrivente, riportata nell’introduzione del mio libro citato. In particolare, fermo restando il giudizio del Magistero vivo della Chiesa, intendo offrire un contributo critico atto ad orientare il lettore al discernimento critico verso vere profezie da quelle false e/o eretiche, interpretate e supportate anche teologicamente, spesso in palese contraddizione con il consolidato insegnamento magisteriale, particolarmente diffuse in questi tempi di "dittatura del relativismo" (J. Ratzinger).

In merito all’elezione del nuovo Papa Francesco (l’italoargentino Jeorge Mario Bergoglio, classe 1936), avvenuta il 13.03.2013, rileviamo, ex post, quanto segue:

la citata profezia di S. Malachia non prevede la successione cronologica dei papi che precederanno l’elezione dell’ultimo Papa, a partire, come da noi sostenuto in questo approfondimento critico, dalla dimissione di Papa BenedettoXVI. Infatti, alla presenza di vuoto profetico o apofatismo profetico, reinterpretandolo correttamente, S. Malachia fa riferimento direttamente all’elezione dell’ultimo Papa che dovrà avvenire ai tempi della presenza storica dell’Anticristo, autore della grande Persecuzione/Tribolazione contro la Chiesa Cattolica (romana):

"Nell’ultima persecuzione [NdA: Cfr. Mt 24,21/ultima-irripetibile storicamente/ "tribolazione grande"; CCC n. 677/ultima Pasqua della Chiesa] della santa romana chiesa, siederà Pietro Romano, che pascerà il suo gregge fra molte tribolazioni, dopo le quali la città dei sette colli [NdA: Roma!] sarà distrutta e il giudice terribile [NdA: l’Anticristo!] giudicherà il suo popolo [NdA: Israele!]".

Il che vale a dire che altre inevitabili persecuzioni contro la Chiesa, dovranno precedere l’ultima che sarà inferta dall’Anticristo in persona! Sarà in tale contesto storico che verrà eletto Papa Pietro II o Romano, sempre secondo quanto predetto da S. Malachia. Se le cose stanno in questi termini, allora la profezia di S. Malachia è da considerarsi come profezia aperta al futuro, e, pertanto, soggetta a verifica post eventum. Ed è proprio l’indeterminatezza dei pontificati inclusi nel vuoto profetico richiamato, che la profezia di S. Malachia si presta tuttora ad essere presa in seria considerazione. Infatti, il Magistero della Chiesa ribadisce con fermezza l’impossibilità di predeterminare i giorni della fine (Gaudium et spes, 39,1; CCC 1048). Sempre sull’impossibilità previsionale dei tempi del ritorno del Signore, l’esegeta Antonio Pitta, commentando la 2 Tessalonicesi, osserva: "alle attese ansiose per la parusia - Paolo o un suo discepolo - da una parte […] conferma l’assunto apocalittico dell’impossibilità di stabilirne i tempi, dall’altra esorta la stessa comunità alla laboriosità per il vangelo. Questa rimarrà una tensione visibile in ogni sezione apocalittica dell’epistolario paolino" [Cfr. Antonio Pitta, Sintesi teologica del Nuovo Testamento (2 Tessalonicesi), in La Bibbia Piemme, Casale Monferrato (Al), 1995. p. 3140]. Il tempo dei dieci segreti di Medjugorje, prossimi a realizzarsi, e il contesto descritto, data l’età avanzata del nuovo Papa (76 anni), non è da escludere la possibilità che possano essere eletti anche altri Papi, contraddistinti da probabile brevità del loro pontificato, ma sempre nel contesto degli eventi storici ormai incombenti. Ricordiamo, secondo autorevoli profezie, che l’Anticristo, già nato, sarà riconoscibile dall’esercizio della sua attività pubblica, come quando, in particolare, coprirà la carica di Presidente degli Stati Uniti d’Europa, così come ampiamente teorizzato in base alla restaurazione dell’Impero Romano predetta dai Padri della Chiesa e da autorevoli esegesi condivise.

5. I dieci segreti: I tempi dell’Anticristo [Per l’approfondimento tematico Cfr. Appendice: Identikit dell’Anticristo e i suoi connotati satanici. Stralcio da Lorenzo Ventrudo, L’Anticristo che deve ritornare, trattato sull’Anticristo, Fede & Cultura, Verona 2010, pp. 51-55; 96-98].

Padre Livio Fanzaga ipotizza la possibilità che l’Anticristo venga "partorito" nel tempo della realizzazione "dei dieci segreti". E ancora: "Il tempo dei dieci segreti vedrà la sconfitta dell’Anticristo infernale e di tutte quelle forze che lo incarnano qui sulla terra".Riteniamo, con nostra deduzione, che anche S. Gobbi, ritenga che l’Anticristo debba nascere, quando "l’apostasia sarà ormai generalizzata. Ora, poiché dalla nostra documentazione esibita, magisteriale e non, risulta che l’apostasia, dopo la morte di Giovanni Paolo II, è ormai generalizzata, ne consegue che l’Anticristo dovrebbe essere già nato, così come concordemente riferito nelle nostre precedenti citazioni. Noi qui riaffermiamo, con certezza assoluta e categorica, che l’Anticristo/Vicario di Satana, finale, non è un ecclesiastico, ma un laico, ben storicamente noto, già morto ma che deve necessariamente ritornare in vita, "per andare in perdizione" (Ap 17,8)! In questo lavoro (L’Anticristo che deve ritornare), ne abbiamo fatto anche il nome.

Da taluni studiosi, è ipotizzata la possibilità che l’inizio della realizzazione dei dieci segreti di Medjugorje, potrebbe coincidere con degli eventi storici prossimi ad accadere (2015-2017) e consistenti in:

1) V Centenario della nascita del Protestantesimo.

2) V Centenario di S. Teresa d’Avila (1515-1582) inauguratrice della

Controriforma ovvero, della risposta di conversione al superamento dell’apostasia protestante. Secondo la teologia della storia, oggi a livello planetario è riprodotto quel combattimento/rinnovamento nella continuità della Tradizione cattolica, causato dallo spaventoso scisma protestante.

III Centenario della nascita della Massoneria speculativa o moderna,

(Londra, 24 giugno 1717).

4) I Centenario della Rivoluzione Bolscevica.

5) I Centenario dell’Apparizione della Madonna a Fatima.

6) Scadenza del secolo concesso a Satana di tentare di distruggere la Chiesa di Cristo.

7) Accelerazione dei tempi della fine dei tempi e delle fini (Riduzione

dell’azione progressiva impediente la manifestazione dell’Anticristo):

a) Dimissione di Papa Benedetto XVI.

b) Introduzione di Papa Francesco.

c) La possibile emanazione di dirompenti provvedimenti modernisti,

potrebbe accelerare i tempi della manifestazione scismatica come

ipotizzato da fonti autorevoli. Sembra sia giunta l’Ora della Chiesa

(CCC n. 675). Analogamente, come quando Gesù disse a Giuda Iscariota: Quello

che devi fare, fallo al più presto (Gv 13,27).

8) Cessazione delle Apparizioni pubbliche di Medjugorje (2 Maggio 1982:

Sono venuta a chiamare il mondo alla conversione per l'ultima volta. In

seguito non apparirò più sulla terra: queste sono le mie ultime

apparizioni).Con la cessazione delle sue Apparizioni la Madonna smette,

pubblicamente, di sostenere la funzione della Chiesa, in particolare nel

ravvivare la fede e la speranza nel Trionfo di Cristo e del suo Cuore

Immacolato, perché alla Chiesa, in grave crisi planetaria di fede e

conseguente inadeguatezze rievangelizzatrici, Supplet Maria – essendo

Lei – Mater Ecclesiae!

9) L’indizione del Giubileo straordinario della misericordia del papa Francesco per mezzo della bolla pontificia, Misericordiae Vultus. Precedentemente annunciato dallo stesso pontefice il 13 marzo 2015, avrà inizio l'8 dicembre 2015 per concludersi il 20 novembre 2016. Il papa ha dichiarato che il giubileo, ricorrente nel cinquantesimo della fine del Concilio Vaticano II, sarà dedicato alla Misericordia.

Dopo la scadenza del tempo di misericordia del predetto Giubileo, potrebbe realizzarsi il comando di Gesù a S. Faustina Kowalska: "Scrivi: prima che io venga come Giudice giusto, spalanco la porta della mia Misericordia. Chi non vuole passare attraverso la porta della Mia Misericordia, deve passare attraverso la porta della Mia giustizia".

Il fatto che l’Anticristo sia già nato nei nostri giorni e che sia laico, è riportato, in particolare, in queste due profezie tratte da una rivelazione privata della citata veggente Luciana Serrati, dei "Missionari di Gesù", fermo restando il giudizio definitivo del Magistero ecclesiastico. Noi, a ragione, la riteniamo certamente vera, per conoscenza personale; pertanto tutto ciò che non concorda con quanto asserito, e riportato anche complementarmente nelle seguenti profezie, a nostro avviso, è da ritenersi decisamente falsa profezia:

GRANDE DESOLAZIONE VI ASPETTA, figli Miei, quando l’Anticristo uscirà dalle tenebre! Lui è già tra voi... ma voi lo riconoscerete solo quando la maschera gli calerà dagli occhi, e le frecce avvelenate usciranno numerose dal suo sguardo, per eliminare gli ignari figli della pace. Ma non temete, figli cari, se saprete bere nel calice della Mia Passione; se saprete soffocare con le vostre preghiere, l’odio del mondo; se saprete seguirMi con la vostra croce, voi parteciperete alla Mia Gloria nei Cieli!! Accogliete con giubilo l’arrivo della tribolazione... perché questo sarà il vero segno dell’avvento della salvezza!!! «Sarete menati davanti a governatori e re, per cagion Mia, per servir di testimonianza dinanzi a loro. Ma quando vi metteranno nelle loro mani, non siate in ansietà del come parlerete o di quel che avrete a dire: perché in quell’ora stessa vi sarà dato ciò che avrete a dire: poiché non siete voi a parlare, ma è lo Spirito del Padre vostro che parla per voi [...]. E sarete odiati da tutti per cagion Mia... ma chi avrà perseverato sino alla fine, sarà salvato... e quando vi perseguiteranno in una città, fuggite in un’altra (Mt 10,18-20,22-23). IO sono venuto per raccogliere i Miei eletti..., IO lotterò per la vostra salvezza..., voi annullatevi con amore, perché presto si realizzi il Regno del Padre. Fate presto la vostra scelta: il solo decidere per una missione di fede, IO ora in verità vi dico, che già vi dona la salvezza! Fate che la gente vada incontro a Dio... poi Lui penserà a trasformarla in un popolo di Santi. Convertite le anime alla fede, offrendo la salvezza attraverso Me. IO illuminerò le vostre menti e benedirò le vostre mani. Vi amo, in nome della Santissima Trinità" [Libro 6°, pp. 52-53, 24 gennaio 1994 (h.12.00)].

Se le cose stanno in questi termini, davvero "la ‘parusìa’ è alle porte […] bisogna invitare le creature alla riflessione, e ad allontanarsi da ogni forma di superficialità" e "che non è più tempo di costruire basiliche". Gli eventi della storia stanno subendo un’accelerazione inaudita che esige urgenti decisioni d’appartenenza: lo scontro frontale tra cristianesimo ed anticristianesimo è inevitabile (Vittorino di Petovio, A. Comastri, P. Prigent ed altri): o con Cristo o senza di Lui, ovvero contro di Lui, o Premio eterno o Dannazione eterna, o a immagine e somiglianza di Dio o a immagine e somiglianza di Satana, o materia... e morte! O spirito... e vita terna! Divinizzazione o Demonizzazione. L’ANTICRISTO è ormai alle porte!

Ed ecco altre concordanze profetiche sulla nascita dell’Anticristo che sarebbe già avvenuta nei nostri tempi:

S. Ildegarda di Bingen (1098-1179), nella sua opera Scivias (= Scito vias, conosci le vie della luce o del Signore), l’Anticristo "scenderà – ovvero, secondo noi, nascerà o ritornerà, o riapparirà – tra gli uomini quando sul trono di Pietro siederà un Papa che assumerà i nomi di due apostoli di Gesù […] [Giovanni Paolo II – pontificato: 16/10/1978-2/4/2005] sarà l’angelo della ribellione che farà piovere dal cielo scintille di fuoco.

La Monaca di Dresda (vissuta tra il secolo XVII-XVIII): "Tra il 1940 e il 2010 Lucifero trasferirà sulla terra il suo duca" [l’Anticristo]. E sulla terra dominerà la gerarchia satanica, guidata da un demone che parlerà la lingua di Attila ma indosserà le vesti di Cesare [l’Anticristo-Hitler da noi indicato, è di origine tedesca e dovrà essere proprio Presidente = Imperatore degli Stati Uniti d’Europa = Impero Romano restaurato]. La corte di Satana sarà formata da sei lucifughi e dal duca Weighor […]. La corte del duca segnato dominerà trionfalmente sulla terra per 6666 giorni [18,3 anni]. Sarà questo il regno della grande pestilenza. Sarà questa la foresta dell’iniquità.

Suor Bertina Bouquillon (suora infermiera a Saint-Omer, Francia, stigmatizzata e morta in odore di santità nel 1850): "La fine dei tempi è prossima e l’Anticristo non tarderà a venire. Noi non lo vedremo, e neppure le Suore che ci seguiranno; ma quelle che verranno dopo, cadranno sotto il suo dominio. Quand’egli verrà, nulla sarà cambiato in casa: tutto si troverà nell’ordine come il solito, quando le nostre Suore sapranno che l’Anticristo è padrone. A. Arrighini, con il suo stile indagatore, giungeva alla conclusione che "dalle parole della reverenda Serva di Dio si dovrebbe quindi attendere la dominazione dell’Anticristo verso la fine di questo secolo. Si calcoli che le consorelle di suor Bertina erano quasi tutte morte verso il 1900; che la generazione seguente di suore che non dovevano vedere l’Anticristo va dal 1900 al 1950, la terza generazione di suore cadrebbe dal 1950 al 2000. Queste dovrebbero vivere sotto la dominazione dell’Anticristo. La profezia di suor di Saint-Omer sarebbe confermata dalle parole della nota mistica e visionaria Caterina Emmerich che sottolineava: "Io udii che Lucifero, se non sbaglio, sarà lasciato libero per un tempo, cinquanta o sessant’anni prima del 2000, dopo la nascita di Cristo.

Curato d’Ars (1786-1859): "I figli dei miei uditori vedranno vivi il giudizio".

Santa Brigida (1303-1383): prevede "un crescendo di inquietudini che fa dell’ultimo millennio un periodo attraversato dagli spettri della paura e della violenza: 1846 […] 1980-1999 – termine delle profezie – gli empi prevarranno […]. L’Anticristo nascerà da una femmina maledetta, simulante molta sapienza nelle cose spirituali, e da un uomo maledetto. Dal seme di queste due creature, per divina permissione, il demonio farà l’opera sua. Ma il tempo di cotesto Anticristo si scorgerà soprattutto quando l’empietà eccederà ogni misura".

L’ipotesi che l’Anticristo sia già nato nel nostro tempo è sostenuta, come in parte già riportato, anche da: Melania Calvat/Massimino Giraud, Frà Giovanni della Roccia (sec. XIV),S. Pio X, John Leary, veggente di New York, 2004, citato, che precisa il segno della sua comparsa avvenuta per mezzo della cometa Hale-Bopp, Patricia Mundorf, 2005, la veggente Luciana Serrati dei "Missionari di Gesù", come già riferito, ed altri.

Per Bartolomeo Holzhauser, eletto vescovo in Baviera nel 1658: "L’Anticristo verrà come Messia da una terra fra due mari, in oriente. Nascerà nel deserto; sua madre sarà una prostituta …; sarà un profeta falso e menzognero e cercherà di salire al cielo come Elia. Inizierà la sua opera in oriente, come soldato e predicatore religioso, quando avrà trent’anni … Gerusalemme sarà la sede del (N.d.A.: falso) Messia.

Ricordiamo che p. Livio Fanzaga, Direttore di Radiomaria, come già riportato in questo lavoro, ha ipotizzato la possibilità che l’Anticristo venga "partorito" proprio nel tempo della realizzazione "dei dieci segreti".

Dominique, 27 febbraio 2002, confidenza 665: "L’Anticristo di quei giorni, rappresentato da una sola persona, leader di Satana […]. É fra di voi da qualche tempo e fa la sua campagna aspettando il momento opportuno per fare la sua apparizione pubblica e mondiale in tutti i mezzi di comunicazione e principalmente il giorno della Dichiarazione, come lo chiama egli stesso […]. Anche il FALSO PAPA lo nominerà PROFETA DEL TERZO MILLENNIO […]. Approfitterà dei momenti posteriori all’Avvertimento e alle piaghe, momenti di confusione, di cambiamenti, di distruzione e di carestia, per predicare la fraternità – si autodefinirà istruttore dell’umanità – e chiedere la spartizione fra gli uomini che sono tutti fratelli. Questo sarà il suo principale argomento fra gli altri, di modo che arriverà a sedurre molti e a ottenere dei poteri politico-religiosi per cercare di offrire un solo GOVERNO MONDIALE. Le circostanze mondiali del momento lo aiuteranno. Si unirà al falso papa per arrivare ai suoi scopi, e questo falso papa consiglierà il segno della Bestia ai fedeli della falsa chiesa; otterrà che numerosi governi impongano il segno della Bestia per comprare e vendere i loro prodotti. Questi saranno rari, in più saranno confiscati e razionati dai governi […] non lasciatevi segnare con questo MICRO-CHIP – [finché l’impianto non sarà obbligatorio (John Leary, veggente di New York, 2005), o "micro pulce", o "carta di credito computerizzata-EAN 666" (european article numbering)/codice numerico adottato dal sistema europeo EAN 666 appartenente al supercomputer di Bruxelles, battezzato la "Bestia"] che porta il segno della Bestia 666, perché allora apparterreste a Satana. Non sviatevi pensando che lo fate per salvare la vita dei vostri bambini e delle vostre famiglie. Lasciatevi piuttosto uccidere, se fosse necessario […] pensate a fare approvvigionamenti per i momenti che seguono l’Avvertimento – l’impatto dell’asteroide con la terra – DIO PADRE è la PROVVIDENZA, ed aumenterà le provviste di modo che ogni giorno avrete il necessario. Questo non durerà a lungo, non più di 9 mesi. Poi arriverà il CASTIGO degli empi e dei nemici di Dio, con i 3 GIORNI DI TENEBRE. Dopo di che comincerà il regno di pace per coloro che saranno stati fedeli e saranno stati purificati al setaccio dell’amore e della fedeltà" [corsivo e grassetto mio] [N.d.A.: per noi "il regno di pace", non sarà realizzato su questa terra perché, come ampiamente affermato in questo lavoro, lo riteniamo un assurdo teologico!]. "Preparatevi, PRIMA, il DURANTE e il DOPO avvertimento, perché è molto vicino".

L’ipotesi che l’Anticristo sia già nato nel nostro tempo è sostenuta, come in parte già riportato, anche da: Melania Calvat/Massimino Giraud, Frà Giovanni della Roccia (sec. XIV), S. Pio X, John Leary, veggente di New York, 2004, citato, che precisa il segno della sua comparsa avvenuta per mezzo della cometa Hale-Bopp, Patricia Mundorf, 2005, la veggente Luciana Serrati dei "Missionari di Gesù", già citata, ed altri.

Gli alleati del male hanno fatto in modo che l’anticristo, già da tempo, stia manipolando l’umanità, iniettando la malvagità nella mente degli uomini. L’anticristo ha dato il via al suo potere, senza che la sua apparizione pubblica sia ancora avvenuta, incrementando gli atti nefasti di questa generazione che sarà ricordata per aver forgiato la sua stessa sventura [Cfr. http://www.revelacionesmarianas.com/italiano.htm];

Noi qui riaffermiamo, con certezza assoluta e categorica, che l’Anticristo/Vicario di Satana, finale, non è un ecclesiastico, ma un laico, ben storicamente noto, già morto ma che deve necessariamente ritornare in vita, "per andare in perdizione" (Ap 17,8)! In questo lavoro (L’Anticristo che deve ritornare, p. 376), ne abbiamo riportato l’immagine e anche il nome.

Messaggi di Medjugorje contenenti 'segreti'

 

7 maggio 1985

Cara figlia mia, oggi è il nostro ultimo incontro! Non essere triste, perché io verrò a farti visita in occasione di tutti gli anniversari tranne il prossimo. Figlia mia, non pensare di aver commesso qualche errore e che per questo motivo non verrò più a farti visita. Non hai fatto nulla! Tu hai accolto con tutto il cuore e realizzato i piani che mio Figlio ed io avevamo. Sii felice, perché io sono tua Madre che ti ama con tutto il cuore. Ivanka, grazie per aver risposto alla chiamata dal mio Figlio e per essere stata così perseverante come Lui si aspettava. Figlia, di ai tuoi amici che mio Figlio ed io saremo sempre con loro quando ci cercheranno ed invocheranno. Quello che ti ho detto in questi anni a proposito dei SEGRETI non rivelarlo a nessuno, fino a quando io non te lo dirò. Ivanka, la grazia che tu ed i tuoi fratelli avete ricevuto non l'ha ricevuta nessuno fino ad ora in terra!

 28 gennaio 1987

Miei cari figli, sono venuta da voi per condurvi alla purezza dell'anima e dunque verso Dio. Come mi avete accolto? All'inizio senza credere, con paura e sfiducia verso i ragazzi che ho scelto. Poi una maggioranza mi ha accolto nel suo cuore e ha incominciato a mettere in pratica le mie richieste materne. Ma purtroppo questo non è durato a lungo. In qualunque luogo io vada, ed è con me pure mio Figlio, là mi raggiunge anche satana. Voi avete permesso, senza accorgervene, che prendesse il sopravvento in voi, che vi dominasse. Alcune volte capite che qualche vostro gesto non è permesso da Dio, ma rapidamente soffocate questo sentimento. Non cedete, figli miei! Asciugate dal mio volto le lacrime che verso osservando quello che fate. Guardatevi intorno! Trovate il tempo per accostarvi a Dio in Chiesa. Venite nella casa del Padre vostro. Trovate il tempo per riunirvi in famiglia e supplicare la grazia da Dio. Ricordatevi dei vostri morti, date loro gioia con la celebrazione della Messa. Non guardate con disprezzo il povero che vi supplica per una crosta di pane. Non cacciatelo dalla vostra mensa piena. Aiutatelo! E anche Dio aiuterà voi. Forse la benedizione che vi dà invece del ringraziamento, si realizza: forse Dio lo ascolta. Voi, figli miei, avete dimenticato tutto questo. In ciò ha contribuito anche satana. Non cedete! Pregate con me! Non ingannatevi pensando: 'lo sono buono, ma il mio fratello che mi sta accanto non vale nulla', non sareste nel giusto. Io, come vostra madre, vi amo e perciò vi ammonisco. Qui ci sono dei segreti, figli miei! Non si sa di che si tratta; ma quando lo si verrà a sapere, sarà tardi! Ritornate alla preghiera! Nulla è più importante di essa. Vorrei che il Signore mi permettesse di chiarirvi almeno in parte i segreti; ma sono già troppe le grazie che vi offre. Pensate a quanto voi offrite a Lui. Quando avete rinunciato, l'ultima volta, a qualche cosa per il Signore? Non voglio rimproverarvi ulteriormente; voglio invece invitarvi ancora una volta alla preghiera, al digiuno, alla penitenza. Se col digiuno desiderate ottenere grazia presso Dio, che nessuno sappia che digiunate. Se, con un dono ad un povero, desiderate ottenere grazia presso Dio, che nessuno lo sappia all'infuori di voi e del Signore. Ascoltatemi, figli miei... riflettete in preghiera su questi miei messaggi!

25 agosto 1991

Cari figli, anche oggi vi invito alla preghiera, adesso come mai prima, quando il mio piano ha cominciato a realizzarsi. Satana è forte e desidera bloccare i progetti della pace e della gioia e farvi pensare che mio Figlio non sia forte nelle sue decisioni. Perciò vi invito, cari figli, a pregare e digiunare ancora più fortemente. Vi invito alla rinuncia durante nove giorni, affinché con il vostro aiuto sia realizzato tutto quello che voglio realizzare attraverso i segreti che ho iniziato a Fatima. Vi invito, cari figli, a comprendere l'importanza della mia venuta e la serietà della situazione. Desidero salvare tutte le anime e presentarle a Dio. Perciò preghiamo affinché tutto quello che ho cominciato sia realizzato completamente. Grazie per aver risposto alla mia chiamata.

I DEPOSITARI DEI SEGRETI – Dei sei veggenti, tre di essi hanno ricevuto tutti e dieci i segreti: sono Mirjana, Ivanka e Jakov. Gli altri tre veggenti invece ne hanno ricevuti soltanto nove. In una intervista andata in onda a Radio Maria la veggente Mirjana ha dichiarato di conoscere di essi il contenuto, la data in cui si realizzeranno, che si realizzeranno necessariamente e che avranno una portata di carattere universale. Mirjana ha ricevuto l'incarico da parte della Madonna di scegliere un sacerdote: la sua scelta è caduta su Padre Petar Liubicic, un frate francescano che ora svolge il suo ministero in Germania. Dieci giorni prima che il segreto avvenga, la veggente Mirjana sarà tenuta a rivelarlo al sacerdote, quindi ambedue digiuneranno per sette giorni a pane ed acqua, e infine il frate francescano lo renderà pubblico al mondo tre giorni prima che il contenuto del segreto si manifesti. Non è dato però di sapere con quale distanza questi segreti verranno tra loro successivamente rivelati al mondo.

COSA SAPPIAMO DEI SEGRETI – Sul contenuto dei segreti conosciamo poco, dato che i veggenti sono ovviamente restii a fornire indicazioni precise al riguardo, trattandosi per l'appunto di segreti. Tra i pochi dettagli che conosciamo possiamo dire che i primi due avranno un carattere di un ammonimento e il terzo sarà costituito da un segno sulla montagna delle prime apparizioni. La Madonna ha detto che non è bene aspettare a convertirci quando si verificherà questo segno ma che dobbiamo iniziare sin da ora, perché quando arriverà quel momento per molti sarà troppo tardi. Tale segno sarà segno visibile da tutti, anche se si dovrà andare a Medjugorje per poterlo vedere: si tratterà di un segno indistruttibile, durevole, bellissimo, filmabile, umanamente inspiegabile e con caratteristiche tali che permetteranno di capire che si tratta veramente di un segno che viene dal Signore. Inoltre questo segno sarà lasciato come testimonianza che la Madonna è stata veramente a Medjugorje per così tanto tempo e come estremo invito agli uomini a convertirsi e a credere in Cristo Salvatore. Dopo questo segno, che fa parte del terzo segreto, seguiranno gli altri sette segreti di cui si ignora il contenuto e si sa solo che il settimo segreto, una sorta di grave "castigo", è stato mitigato dalle preghiere e dai sacrifici fatti nel corso di tutti questi anni dai pellegrini e dai gruppi di preghiera presenti nella parrocchia e sparsi ormai in tutto il mondo. Si tratta forse dei sette flagelli di cui parla l'Apocalisse? Non è dato saperlo. L'unica cosa certa è che dopo il grande segno sulla montagna la Madonna apparirà tutti i giorni ad un veggente ancora per qualche tempo: pertanto anche durante il manifestarsi dei segreti Maria sarà accanto a noi.

In tema, ricordiamo quanto disse nell’ottobre 1981 Giovanni Paolo II a Fulda (Germania), in riferimento al Terzo Segreto di Fatima: Dobbiamo prepararci a subire tra non molto grandi prove le quali esigeranno da noi la disposizione a far getto persino della vita […] Con la preghiera vostra e mia è possibile mitigare questa tribolazione, ma non è più possibile stornarla perché solo così la Chiesa può essere effettivamente rinnovata.

COME INTERPRETARE I SEGRETI – Sarebbe fuorviante una interpretazione dei segreti in chiave angosciante perché la Madonna fin dai primi tempi della sua presenza a Medjugorje ha affermato chiaramente che durante il tempo dei Dieci Segreti il potere di Satana sarebbe stato distrutto. I Dieci Segreti non vanno dunque interpretati come se fossero una punizione divina, ma piuttosto come anticipazioni sul futuro nei quali saranno gli uomini stessi ad esserne i diretti protagonisti. Facendo una analogia col Segreto di Fatima questi Dieci Segreti hanno contenuti (salvo il Terzo Segreto che è costituito da un segno che viene dal Signore) legati a realtà umane e sono dirette conseguenze delle azioni malvagie degli uomini stessi, come l'odio, la violenza e il terrorismo. I segreti non sono dunque altro che dieci interventi divini di salvezza nel corso dei quali il potere di Satana sarà distrutto e gli uomini saranno costretti a scommettere sulla fede decidendo o meno se aggrapparsi a Cristo e salvarsi oppure perdersi. La loro rivelazione avverrà tre giorni del loro verificarsi affinché gli uomini possano decidere se credere o non credere e usufruire o meno della divina misericordia per salvarsi. Non è infatti estraneo dalla Sacra Scrittura l'intervento di Dio nel preannunciare un tragico evento da cui vuole salvare gli uomini caduti nel peccato (si pensi ad esempio all'episodio biblico di Sodoma e Gomorra).

LA PEDAGOGIA DEL SEGRETO – Già prima di Medjugorje, in particolare a, la Madonna ha usato la pedagogia del "segreto": si tratta dunque di un importante precedente. Il Segreto di Fatima ha avuto un importante avvallo da parte della Chiesa che, pur non impegnando il suo magistero infallibile, ha offerto ai fedeli una interpretazione autorevole da parte della Congregazione per la Dottrina della Fede. Tale Segreto, suddiviso in tre parti, illumina la storia sia visibile (quella della storia) sia soprannaturale (ad esempio con la visione dell'inferno e il martirio della Chiesa del XX secolo). Il Segreto di Fatima, in merito ai contenuti, non riguarda pertanto l'intervento di Dio con punizioni bensì mette in evidenza le opere malvagie compiute dagli uomini e che li hanno portati sulla via della rovina. Da un lato dunque ci sono gli uomini malvagi in cui opera il mistero del male e dall'altra c'è la Chiesa che vive l'esperienza del martirio, in una dialettica tra forze del bene e forze del male.

QUALE PUÒ ESSERE IL CONTENUTO DEI SEGRETI? – Affermare che alcuni aspetti dei segreti di Medjugorje possano riguardare guerre nelle quali vengano utilizzate armi di distruzione di massa, come quelle nucleari, chimiche e batteriologiche, significa fare previsioni umanamente fondate e ragionevoli. D'altro canto la stessa Madonna, presentandosi col titolo di "Regina della Pace", indica senza ogni dubbio come la pace oggi sia gravemente a rischio. Rispetto al passato oggi una possibile guerra mondiale può portare ad esiti catastrofici ed inimmaginabili, visto il potenziale bellico che gli stati oggi possiedono. Lo stesso Giovanni Paolo II in ben due encicliche (Dominum et vivificantem, 57 e Salvifici doloris, 8) ha ribadito come il mondo sia a rischio di autodistruzione. Non è del tutto fuori luogo immaginare dunque che il conoscere il dove e il quando determinati eventi si verificheranno possa portare alla salvezza il popolo di Dio che vi crede. Quando si realizzeranno gli avvenimenti contenuti nei segreti? Sicuramente prima della morte dei veggenti, che ormai sono entrati nell'età della maturità. A una domanda esplicita in tal senso di Padre Livio Fanzaga (che all'epoca dell'intervista aveva 59 anni), la veggente Marija Pavlovic, ha risposto con una battuta: Ma Padre, non sei poi così vecchio per non vederli!

I SEGRETI SI REALIZZANO NECESSARIAMENTE? – Col realizzarsi del segno sulla montagna e col manifestarsi dei segreti sarà certo a tutti che quanto si è verificato a Medjugorje in tutti questi anni è vero. Tutti gli anni in cui la Madonna è stata a Medjugorje, è strettamente in funzione del verificarsi di questi avvenimenti, la cui prospettiva era presente fin dall’inizio delle apparizioni, e in funzione dei quali la Madonna ha voluto rinnovare spiritualmente una parte del popolo di Dio. Per non creare confusione è bene ribadire che il verificarsi dei segreti non è da intendersi come una sorta di predizione magica del futuro, ma di una costatazione di una realtà umana che sta volgendo verso una catastrofe. La rivelazione dei segreti da parte della Madonna è stata progressiva nel corso degli anni delle apparizioni, e ciò è legato al fatto che l'intensità del loro manifestarsi dipende strettamente dalla situazione in cui vive oggi l'umanità. Tutte le profezie infatti sono condizionate in base al comportamento, alla conversione e alle preghiere degli uomini, per questo all'inizio i veggenti asserivano che con la preghiera e il digiuno si potevano cambiare i segreti e mitigarli, ma man mano che le cose sono proseguite, Mirjiana ha affermato che ormai i segreti non possono più essere cambiati e che si realizzeranno tutti necessariamente.

SATANA SCIOLTO DALLE CATENE – Secondo Padre Livio Fanzaga, studioso del fenomeno, ci troviamo nel vivo di un combattimento escatologico tra Maria e Satana il cui esito vedrà la vittoria di Cristo mediante Maria. La Madonna, fin dai primi tempi delle apparizioni, affermava che il nostro tempo è sotto il potere di Satana precisando che subito dopo che i segreti si fossero realizzati questo potere sarebbe stato spezzato. Non va neppure sottovalutato l'appellativo con il quale la Madonna si è presentata: "Regina della Pace": il titolo di regina infatti sta ad indicare il potere di sovranità che, in nome di suo figlio, vuole esercitare contro le porte delle tenebre. La battaglia e la vittoria si realizzerà attraverso coloro che resteranno saldi nella fede e persevereranno nella testimonianza fino alla fine. La Madonna in molti suoi messaggi parla chiaramente di Satana – l'avversario di Dio e oppositore dei suoi progetti di misericordia – e ne delinea la personalità non in una forma astratta o secondo caricature popolari, ma indicando chiaramente la sua azione nel mondo di oggi. La Madonna indica come oggi Satana sia oggi scatenato, "sciolto dalle catene", ma nel tempo dei Dieci Segreti il suo potere verrà infranto e l'umanità avrà un tempo di pace. Si tratta dunque di un messaggio di speranza ma nello stesso tempo di un appello alla conversione: questa è infatti la cosa principale.

Infine, riportiamo i seguenti messaggi, in cui è espressa tutta la sollecitudine della Madonna tesa a preavvertire tutti dell’urgenza della conversione:

2 Settembre 1982 :
Affrettatevi a convertirvi! Quando si manifesterà sulla collina il segno promesso sarà troppo tardi. Questo tempo di grazia costituisce per voi una grande possibilità per convertirvi e approfondire la vostra fede.

23 Dicembre 1982 :
Tutti i segreti che ho confidato si realizzeranno e anche il segno visibile si manifesterà Ma non aspettate questo segno per soddisfare la vostra curiosità. Questo, prima del segno visibile, è un tempo di grazia per i credenti. Perciò convertitevi e approfondite la vostra fede! Quando verrà il segno visibile, per molti sarà già troppo tardi.

Ultime apparizioni sulla terra

Riportiamo i seguenti messaggi, per richiamare la specificità delle apparizioni in un contesto decisamente apocalittico:

17 Aprile 1982 :
Queste mie apparizioni qui a Medjugorje sono le ultime per l'umanità. Affrettatevi a convertirvi!

2 Maggio 1982:
Sono venuta a chiamare il mondo alla conversione per l'ultima volta. In seguito non apparirò più' sulla terra: queste sono le mie ultime apparizioni.

25 dicembre 1989

Cari figli, oggi vi benedico in modo speciale con la mia benedizione materna, e intercedo per voi presso Dio perché vi doni la conversione del cuore. Vi invito da anni e vi esorto ad una vita spirituale profonda, nella semplicità. Ma voi siete così freddi! Perciò, figlioli, vi prego di accogliere e vivere i messaggi sul serio, perché la vostra anima non sia triste quando non sarò più con voi e quando non vi guiderò più come bambini insicuri nei primi passi. Per questo, figlioli, leggete ogni giorno i messaggi che vi ho dati e trasformateli in vita. Vi amo, e perciò vi invito tutti sul cammino della salvezza con Dio. Grazie per aver risposto alla mia chiamata.

· 2 Aprile 2006
Cari figli, vengo a voi perché desidero col mio esempio mostrarvi l'importanza della preghiera per coloro che non hanno conosciuto l'amore di Dio. Voi chiedetevi: mi seguite? Figli miei, perché non riconoscete i segni del tempo? Perché non parlate di essi? Venite con me, come Madre vi chiamo. Grazie per aver risposto alla mia chiamata.

In continuità con quanto riferito, riportiamo alcuni altri elementi di concordanza profetica con i messaggi di Medjugorje che precipuamente sono la continuità con quelli di Fatima) con quanto poc’anzi rilevato:

· Rue du Bac: "Il momento verrà, il pericolo sarà grande, tutto sembrerà perduto. Allora io sarò con voi" (Parigi 1830).

· "Se il mio popolo non vuole sottomettersi, sono costretta a lasciar cadere il braccio di mio Figlio" (La Salette 1858).

· "Penitenza! Penitenza! Penitenza! Non vi prometto di farvi felici in questo mondo, ma nell’altro" (Lourdes 1858).

· Pregate, figli miei. Dio vi esaudirà in poco tempo. Mio Figlio si lascia commuovere" (Pontmain 1871).

· "Sono tutta misericordiosa e padrona di mio Figlio… Io scelgo i piccoli e i deboli"(Pellevoisin 1876).

· Il santo Padre mi consacrerà la Russia che si convertirà e sarà concesso al mondo un periodo di pace" (Fatima 1917).

· "Sono la Madre di Dio, la Regina del cielo. Io convertirò i peccatori" Beauraing 1932).

· "Sono la Vergine dei poveri e vengo ad alleviare la sofferenza. Pregate molto" (Bainneux 1933).

· "Sono colei che sono nella Trinità divina. Sono la Vergine della rivelazione" (Apparizione a Bruno Cornacchiola, presso il luogo detto delle Tre Fontane, Roma 12 aprile 1947).

· Lacrime di speranza, che sciolgono la durezza dei cuori e li aprono all’incontro con Cristo redentore (Siracusa 1953).

· "Anche quando sulla collina lascerò il segno che vi ho promesso, molti non crederanno. Verranno sulla collina, si inginocchieranno, ma non crederanno. É ora il tempo di convertirsi e di fare penitenza" (19 luglio 1981).

· "É giunta l’ora in cui a satana è consentito di agire con tutta le sue forze e la sua potenza. L’ora presente è l’ora di satana!" (10 febbraio 1982).

· "Sono venuta a chiamare il mondo alla conversione per l’ultima volta. In seguito non apparirò più sulla terra: queste sono le mie ultime apparizioni" (2 maggio 1982).

· "Bisogna annunciare al mondo la realtà, cioè la serietà degli eventi futuri. Però non bisogna togliere la speranza perché Dio ha un suo piano e ciò che realmente conta per la gente è la conversione e la vita di fede" (13 settembre 1983).

· "Vi invito, cari figli, a comprendere l’importanza della mia venuta e la serietà della situazione. Voglio salvare tutte le anime e offrirle a Dio" (25 agosto 1991).

· "Figlioli, vi invito e vi amo e in modo speciale vi supplico: convertitevi!" (25 ottobre 1996).